Archivi categoria: saints

C l a r a

santa-chiara-di-assisi

Va’,
perché Colui che t’ha creata,
ti ha santificata
e sempre guardandoti come una madre suo figlio,
ti ha amata con tenero amore.
E Tu, Signore sii benedetto che mi hai creata.

S. Chiara di Assisi

santa-chiara-immagini

Siamo madri del Signore nostro Gesù Cristo, quando lo portiamo nel nostro cuore e nel corpo attraverso l’amore e la pura e sincera coscienza e lo generiamo attraverso il santo operare, che deve risplendere in esempio agli altri.

Fonti Francescane
S. Chiara


San Charbel

IMG_4072

Oggi si festeggia san Charbel : ne sentii parlare molti anni fa, ma non approfondii …
Poi un paio di anni fa mi scontrai con la sua santità inaudita e misteriosa quasi inquietante tanto sorprendenti le manifestazioni concesse negli anni a innumerevoli testimoni.
Mi ha veramente sconvolto l’incontro con le sue ‘impronte virtuose’ e vi lascio curiosare i vari link che parlano di lui, certa che nemmeno voi ne uscirete indenni 😉 ( e non fate come me, non lasciate passare anni prima di approfondire la sua vita e soprattutto i suoi miracoli!).

Si festeggia il giorno del mio onomastico, per cui mi considero ‘adottata’ d’ufficio e mi sento in dovere di farlo conoscere a chi ancora non ha sentito parlare di lui.

Buona e Santa Avventura!

http://web.cheapnet.it/sancharbel/index.html

http://www.charbelfriends.com/_il_padre_pio_dei_libanesi.html

Per la cronaca: l’unica sua immagine esistente è apparsa in uno scatto fotografico di alcuni monaci che visitarono la sua tomba, allo sviluppo della foto, apparve un uomo che non era con loro al momento dello scatto ed era lui!!!!


Te ne accorgerai ben presto

 

 

La carità è il primo passo obbligato per non dire parole vuote su Dio.
Eppure già mi sembra di sentire le critiche dall’Italia, come vedessi gente con la pancia piena che tranquillamente parla di religione, e non capisco perché quel Dio in cui dicono di credere non gli dicono la stessa cosa che mi chiede il Dio che io non vedo.
In Italia la nostra vita non viene messa in discussione più di tanto, avete un Dio fatto a vostra misura.
Qua questo Dio che mi farebbe comodo non Lo conosco, non esiste.

 

 

La battaglia a favore di Dio è già persa … Si deve morire sul campo di battaglia perché entri Dio a vincere il nemico, il diavolo.
Noi dobbiamo solo preparare la venuta di Dio.
Costa tanto, perché dobbiamo dare la vita per un Dio che conta sempre meno nella vita degli uomini.
Te ne accorgerai ben presto, che quel Dio che desideri servire non è poi così tanto cercato e benvoluto dagli uomini. E più andrai avanti più ti sembrerà che questo Dio scompaia dalla vita degli uomini, anche dalla nostra.
Ti lascia solo a rappresentarLo sul campo di battaglia.
Ti chiederai spesso : ‘Ma quando arriverà il Signore?’.
Non sentirai nessuna risposta, tu stesso dovrai darla, la risposta, con la tua vita.

Padre Daniele Badiali
‘Vado io’ _ Missione e martirio di p. Daniele Badiali
Gerolamo Fazzini
Emi


Beati e Giusti

La nostra diocesi (ma soprattutto le anime di noi cremonesi) quest’anno gioisce per l’apertura della causa di beatificazione in autunno di don Primo Mazzolari , della beatificazione del frate Arsenio da Trigolo (leggete il sommario della sua vita, davvero interessante 😉) e domani pomeriggio, sempre il Nostro Mazzolari, verrà onorato della presenza nel Giardino Virtuale ‘Giusti di Monte Stella’ di Gariwo … in assenza di posti disponibili per altri alberi, la presenza virtuale non toglie nulla all’onore di tale riconoscimento!
Lascio link delle fonti e di approfondimento di entrambe le notizie 😊

 

arseniotrigolo2

 

 

 

 

primomazzolari-685x404

 

 

 

 

 

 

Nel pomeriggio di lunedì 6 marzo, nel contesto della Giornata europea dei Giusti, sarà ufficialmente presentato a Milano il Giardino Virtuale “Giusti del Monte Stella” di Gariwo.

L’incontro, in programma a Palazzo Marino, vedrà anche la consegna delle pergamene alle figure che vi saranno onorate e tra queste il sacerdote cremonese don Primo Mazzolari, di cui si aprirà presto il processo di beatificazione.
L’Associazione Giardino dei Giusti di Milano ha deciso, infatti, di accogliere la candidatura del servo di Dio don Primo Mazzolari per inserirla nel Giardino Virtuale di Gariwo, nella sezione dedicata al Monte Stella, in riferimento al luogo dove sorge il “Giardino dei Giusti di tutto il mondo” di Milano.

La scelta di destinare uno spazio ai Giusti del Monte Stella nel Giardino Virtuale di Gariwo deriva dall’impossibilità di dedicare un albero a tutti i Giusti di cui pervengono le segnalazioni. Così con l’inserimento nel Giardino Virtuale l’Associazione intende sopperire a questo limite oggettivo, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie che permettono di andare oltre gli spazi meramente materiali, per rendere omaggio a quanti hanno onorato la propria qualità di esseri umani in nome di tutti gli uomini di coscienza e buona volontà.
Proprio a loro è dedicata la cerimonia di apertura delle celebrazioni del prossimo 6 marzo, Giornata europea dei Giusti, quando a partire dalle 14.30 a Palazzo Marino, a Milano, avrà luogo la consegna delle pergamene per l’inserimento nel Giardino Virtuale.

Continua a leggere


Se vuoi vincere, prega

avatar_fdf41e19169b_128Senza la luce di Dio nessun uomo si salva.
Essa fa muovere all’uomo i primi passi; essa lo conduce al vertice della perfezione.
Perciò, se vuoi cominciare a possedere questa luce di Dio, prega;
se sei già impegnato nella salita della perfezione e vuoi che questa luce in te aumenti, prega;
se sei giunto al vertice della perfezione e vuoi ancora luce per poterti mantenere in essa, prega;
se vuoi la fede, prega;
se vuoi l’obbedienza, la castità, l’umiltà, la mansuetudine, la fortezza, prega.

Qualunque virtù tu desideri, prega.
E prega leggendo nel libro della vita, cioè nella vita del Dio-Uomo Gesù, che fu tutto povertà, dolore, disprezzo e perfetta obbedienza.

Ebbene, se vuoi vincere, prega.

Angela da Foligno


Il Santo protettore dell’anno

Siamo ancora all’inizio dell’anno nuovo, ancora in tempo per farci scegliere da un santo protettore …. Oppure se volete semplicemente conoscere qualche santo in più ….
Cliccate sulla foto e ‘pray for me’ sia!

tumblr_oj32j4qg1u1s9od7wo1_500

 

 


Caro san Giuseppe …

joseph..,-... 

O San Giuseppe,

sposo della Beata Vergine Maria e responsabile

della famiglia di Nazareth,

tu che conosci le difficoltà e i problemi

a cui vanno incontro le famiglie,

dona a tutti i coniugi una grande capacità

di comprensione e di rispetto reciproco,

uno spirito di pazienza e di dialogo

per leggere sempre, con gli occhi della fede,

gli avvenimenti della vita;

dona agli sposi la grazia di vivere,

ogni giorno, con serenità e fiducia,

spendendo tutte le forze

per il bene dei figli e della famiglia.

Mai come oggi, questo tesoro

che è la famiglia, è minacciata

nei suoi valori più profondi ed è tentata

di tradire lo scopo per cui Dio l’ha istituita.

Mai come oggi, ha bisogno del tuo aiuto:

liberala da ogni male, dalla noia e dall’indifferenza,

e soprattutto dal cancro della disgregazione,

aiutala a rimanere sempre unita e a vivere

nella serenità, nell’amore e nella pace,

sotto lo sguardo benedicente di Dio.

joseph-child--


7° GIOVEDI’__ COMUNIONE

Gesù

‘Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi (Lc.22,15).

Il Dono dell’Eucarestia è comunione di Gesù con noi e di noi con Lui.

Nella comunione Egli ci trasforma in se stesso, ci rende ricchi di Dio! E ci rende più fortemente uniti, nella carità, con i fratelli.

 

Imelda

Dopo la sua prima comunione Imelda non si separò più da Gesù.

Lasciò questa vita per la vita definitiva, dove la comunione con Dio è perfetta.

Questo è il grande messaggio della sua breve esistenza.

 

Io

Qual è la mia vocazione? Non sarà quella di Imelda perché Dio ha un suo progetto unico per ciascuno di noi.

Certamente anch’io sono chiamata alla comunione con Dio e con i fratelli; una comunione di amore. E’ per questa crescita di amore che Gesù mi offre la comunione eucaristica.

Come vivo questo incontro con Gesù nella Messa?

Perché sia più fervorosa la mia comunione eucaristica, esprimerò frequentemente a Gesù il mio desiderio di comunione spirituale.

 

 


5° GIOVEDI’ __ IMMOLAZIONE

5° GIOVEDI’___ IMMOLAZIONE

 

Gesù

Nella Celebrazione Eucaristica vengono proclamate le parole onnipotenti di Gesù: ‘Questo è il mio corpo offerto in sacrificio … Questo è il mio sangue versato per voi’. Gesù risorto si presenta agli Apostoli con i segni della crocifissione sul suo corpo. Il sacrificio di Gesù, morto per noi, è un esempio che non possiamo dimenticare!

 

Imelda

Se Imelda è morta d’amore, non significa che era una persona sentimentale e languida. Tutt’altro! Sapeva bene quello che voleva e voleva il bene più grande:Gesù. Il suo amore era cresciuto nel sacrificio perché è così che il vero amore si irrobustisce.

 

Io

La mia è ancora un’età di ricerca. Che cosa sarà della mia vita?

La persona raggiunge la propria realizzazione quando riesce a uscire dal proprio egoismo ed aprirsi agli altri. Che cosa posso fare per prepararmi a questa pienezza di amore di cui l’immolazione di Gesù è il massimo esempio?

Nella vita quotidiana ci sono occasioni per esprimere fin d’ora la verità del mio amore?

 

 


4° giovedì __ purezza

4° GIOVEDI’___ PUREZZA

 

 

Gesù

‘Beati i puri di cuore perché vedranno Dio’ (Mt.5,8)

La purezza proposta da Gesù parte dal cuore ed è soprattutto distacco dal male e capacità di vivere con serenità ed equilibrio i nostri affetti, sentimenti e comportamenti verso gli altri e verso il nostro corpo. Solo così vedremo Dio.

 

Imelda

Lo sguardo di Imelda fu intensamente attirato da Gesù Eucarestia perché il suo cuore era puro. Certamente Dio le aveva dato una vocazione speciale: doveva ricordare a tutti noi il destino di eternità che ci attende dopo la vita terrena.

Il suo precoce intuito delle realtà spirituali fu certamente il frutto dell’azione dello Spirito Santo, ma anche di un ambiente familiare casto: quello costruito dall’amore dei suoi genitori.

 

Io

Come ogni virtù, la purezza perfeziona la tua vita, è fonte di gioia e ci rende liberi da quella schiavitù che vede il piacere come valore assoluto.

La società in cui viviamo presenta spesso ideali diversi da quelli cristiani.

Non sarà sempre necessario ‘fuggire’ la società, ma dovremo fare continue scelte, con saggezza.