Avrai ancora sete

Gesù non dice, come chi ha fretta di disamorarci della vita,
di spoetizzare il nostro pellegrinaggio:
‘L’acqua che hai bevuto finora è acqua cattiva, i tuoi amori ti fanno male, le tue amicizie sono inutili!’.

Dice semplicemente : ‘Avrai ancora sete’.

Gesù non disprezza le brevi gioie della strada, ma svela un rapporto deficitario tra la sete e le acque dei pozzi umani.
E mostra che NEL SEGRETO DI UNA PERSONA SI ENTRA SOLO ATTRAVERSO LA PORTA DEL CUORE :
‘Va’ a chiamare l’uomo del tuo cuore!’, che la sua sete di amore era in realtà sete di Dio.

L’amicizia con gli amici di Dio permette di godere Dio.

Perché nell’amicizia si mescolano, in proporzioni diverse, finito e infinito; si mescolano eros, philia, agape :
nomi di Dio.

p.Ermes Ronchi
I baci non dati

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: