Tag

,

mmepastel.2

Che cos’è il Nulla, mi dicevi,

se non la presenza di Dio

che si rivela nel vuoto di noi stessi,

in quello spazio cavo

dove Dio crea in noi,

dove espande la sua voce senza confini?

E ascoltando quella voce oscura

tu ti innamoravi.

Eri caduto nel tuo amore per Dio

come in una trappola.

Siamo prigionieri di Dio,

poeti del Nulla

che si alzano per testimoniare

la sua presenza.

 

 

 

Alda Merini

Padre mio

(L’interlocutore della poesia e dell’intera raccolta di poesie è p.David Maria Turoldo)

Illustrazione dal sito http://www.mmepastel.tumblr.com