L’ascolto

Staffa è il nome del più leggero e piccolo osso del corpo umano.

Sta nell’orecchio e dalla sua cavità passa il sonoro.

Altri ossicini accanto hanno nomi di arnesi: incudine, martello.

L’ascolto è più officina che sala da concerto.

Poi il suono attraversa una serpentina di nome labirinto, trova l’uscita e arriva al cervello, fine della corsa.

L’ascolto è un’onda che non torna indietro.

Nel corso di lavori scassa timpani ho potuto isolarmi.

Nell’osso labirinto del mio orecchio vive un Minotauro che sbrana i frastuoni.

Ma, se una musica viene da fuori o da dentro,  allora le lascia il passaggio, che vada a scorazzare per il cranio.

Erri de Luca

La musica provata

Feltrinelli

Annunci

God bless you !

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...