Giudice giusto

Dice Cristo a Brigida : ‘E ora ti spiegherò cosa significano queste cose. Il castello, di cui ti ho parlato, è la stessa santa Chiesa, cementata con il cemento della mia carità; in essa posi i miei eletti ed amici.

Suo fondamento è la fede, cioè il credere che io sono Giudice giusto e misericordioso.

Ma ora è scavato il fondamento, perché tutti mi credono e predicano misericordioso, però quasi nessuno predica e crede che io sono giusto Giudice.

Essi mi ritengono quasi un giudice iniquo.

Iniquo, infatti, sarebbe il giudice, che per misericordia mandasse impuniti gli iniqui, sicchè opprimano ancora più i giusti.

‘Ma io sono Giudice giusto e misericordioso, sicchè non lascerò impunito neppure il più piccolo dei peccati né senza ricompensa il più piccolo bene.

Attraverso il muro scavato sono entrati nella santa Chiesa quelli che peccano senza timore, che negano la mia giustizia, tormentano i miei amici come quelli che sono legati ai ceppi.

Per i miei amici, infatti, non c’è gaudio né consolazione, ma è loro dato ogni obbrobrio e ogni dolore, come se fossero demoni.

Se di me dicono il vero, sono confutati e accusati di menzogna.

Desiderano ardentemente ascoltare e dire cose rette, ma non c’è chi li ascolti o le dice loro’.

 

 

s. Brigida di Svezia

Libro I,5

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: