S.Paolo docet

 

IL PUNTO DI VISTA DELLA PRUDENZA

E LA STORIA DELLE LEZIONI DI ISRAELE

 

 

 

Non voglio infatti che ignoriate, o fratelli, che i nostri padri furono tutti sotto la nuvola,

tutti attraversarono il mare,  

tutti furono battezzati in rapporto a Mosè nella nuvola e nel mare,  

tutti mangiarono lo stesso cibo spirituale,  

tutti bevvero la stessa bevanda spirituale:

bevevano infatti da una roccia spirituale che li accompagnava,

e quella roccia era il Cristo.

 

 

Ma della maggior parte di loro Dio non si compiacque e perciò furono abbattuti nel deserto.

Ora ciò avvenne come esempio per noi, perché non desiderassimo cose cattive, come essi le desiderarono.

 

Non diventate idolàtri come alcuni di loro, secondo quanto sta scritto: Il popolo sedette a mangiare e a bere e poi si alzò per divertirsi.

 Non abbandoniamoci alla fornicazione, come vi si abbandonarono alcuni di essi e ne caddero in un solo giorno ventitremila.

 Non mettiamo alla prova il Signore, come fecero alcuni di essi, e caddero vittime dei serpenti.

 

Non mormorate, come mormorarono alcuni di essi, e caddero vittime dello sterminatore.  Tutte queste cose però accaddero a loro come esempio, e sono state scritte per ammonimento nostro, di noi per i quali è arrivata la fine dei tempi.

 

 Quindi, chi crede di stare in piedi, guardi di non cadere.

Nessuna tentazione vi ha finora sorpresi se non umana; infatti Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze,

ma con la tentazione vi darà anche la via d’uscita e la forza per sopportarla.

 

 

1Corinzi 10,1-13

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: