Coro

Gli uomini hanno lasciato le preghiere a terra,

del viaggio non ha colpa il Dio di ognuno.

 

Nessuna invocazione, supplica di aiuto,

da qui solo un saluto al re dell’universo.

 

Se eravamo a terra in queste notti cantavamo

per le mandrie portate in altopiano.

 

Tenevamo lontani i leoni con il canto,

le donne curavano il fuoco nel cerchio di pietra.

 

Qui non si posa in terra l’ombra dei nostri corpi,

siamo polvere alzata, un odore di aceto in una fiasca vuota.

 

Siamo deserto che cammina, popolo di sabbia,

ferro nel sangue, calce negli occhi, un fodero di cuoio.

 

Molte vite distrutte hanno spianato il viaggio,

passi levati ad altri spingono i nostri avanti.

 

 

 

Erri de Luca

Solo andata _ Righe che vanno troppo spesso a capo

Feltrinelli

 

 

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: