Al passaggio delle nuvole

Di marzo

il viola evocativo

e il sole, come un sorriso

Percepisco un calore

nell’aria, forse slancio

di amicizia passeggera:

non mi fido,

ma assaporo come le cose

toccate dalla luce

e divenute a un tratto chiare.

 

Amici al primo vagito,

ci annusiamo sospetti,

è della mia tribù il tuo olore?

Ma anche sapremo narrarci il dolore

e la bellezza di essere al mondo,

saranno carezze e, quando serve,

scudisci, le nostre parole.

 

 

[Dove ci si interroga se sia bene fidarsi o meno dell’amicizia appena nata].

 

 

Lorena Busellato

Andando e stando

IF

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: