Se tu volessi

 

Se tu volessi, Signore,

potresti voltarmi come il tuo girasole,

chiamarmi in te come la cascata

chiamata dall’abisso. Ma tu resti,

invisibile e muto,

a soffrire la nostra somiglianza

divisa appena (e troppo) da una fragile parete

che fa intuire altro suono, altra luce

ma non li fa godere.

 

 

 

Renzo Barsacchi

Marinaio di Dio

 

 

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: