Quando siamo stati perseguitati,

quando siamo stati mandati via da tutti i secoli,

quando abbiamo rinnegato l’uomo e le sue colpe,

siamo stati gli unici veri indivisibili amanti

di tanto perdono.

Ma io, Maria, per farti felice

camminerò sull’acqua,

camminerò sul tuo sorriso,

camminerò sul cuore delle genti.

Io, Maria, sarò eternamente bambino

e non ti lascerò mai:

anche quando ti chiamerò ‘donna’

vorrò conferirti quel privilegio che spetta

alle signore del mondo.

‘Madre’: questa parola ce l’ha data Dio

e l’ha messa sulle tue labbra

affinchè tu baciassi tutti

e non baciassi nessuno.

 

 

Alda Merini

Poema sulla croce

Frassinelli

 

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: