Stupore

Stringere la vita in un confine, perforarla con lo sguardo e passare oltre.

Senza vedere. E sentire. Il vento dei diciassette anni sulla fronte. E dei settant’anni sulle mani.

E la vita che ci circonda da ogni parte, calore e voci da riconoscere per averle incontrate un tempo, amate, sopportate, accompagnate in silenzio, di nuovo incontrate.

Stupore del tempo che rimane. Del sonno che viene. Delle nuvole,delle montagne, del nostro giardino e balcone che sopravvivono al nostro tradire.

Stupore di essere più grandi del nostro giudicare.

 

 

 

MariaPia  Veladiano

Ma come tu resisti, vita

Einaudi

 

Annunci

2 responses to “Stupore

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: