Nulla e nullità

 

Come mai gli uomini, forse anche noi, cadiamo nel pericolo di chiuderci, di mettere la nostra sicurezza nelle cose, che alla fine ci rubano il volto, il nostro volto umano?

Questo succede quando perdiamo la memoria di Dio. “Guai agli spensierati di Sion”, diceva il profeta.

Se manca la memoria di Dio, tutto si appiattisce, tutto va sull’io, sul mio benessere.

LA  VITA, IL  MONDO, GLI ALTRI, perdono la consistenza, NON CONTANO PIU’ NULLA, tutto si riduce a una sola dimensione: l’avere.

Se perdiamo la memoria di Dio, anche noi stessi perdiamo consistenza, anche noi ci svuotiamo, perdiamo il nostro volto come il ricco del Vangelo!

CHI  CORRE  DIETRO  IL  NULLA, DIVENTA  LUI  STESSO  NULLITA’.

Papa Francesco

29.09.2013

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: