La Preghiera di Abbandono

‘Padre mio, mi abbandono a Te …’

 

–    La preghiera di abbandono : come è nata e come si prega –

 

Sembra strano ma la ‘Preghiera di abbandono’ di Fratel Charles di Gesù non solo non è nata d’acchito ma nemmeno è stata scritta da lui.

Altri hanno raccolto dai suoi scritti parole e sentimenti e hanno sintetizzato il suo pensiero offrendoci la redazione finale della Preghiera.

Essa dunque è il frutto di tutto il suo percorso di vita spirituale di immedesimazione nel Beneamato Gesù al punto di identificarsi con il suo dono totale al Padre.

Prostrato nell’Orto del Getsemani nell’ora più tragica dell’abbandono degli uomini anche i più vicini, si rivolge al Padre perché la Sua volontà si faccia, perché l’amore e l’offerta totale vincano la resistenza dei limiti umani, della sofferenza indicibile esteriore ed interiore.

L’abbandono, non in un Dio giustiziere ma nell’infinita Misericordia del Padre danno al Gesù di Nazaret la forza di affrontare la morte la morte come dono gratuito a chi lo ha abbandonato.

 

Fratel Charles si è tante volte prostrato, imitando anche il modo totale di prostrarsi dei suoi ‘fratelli’ musulmani, che pure avevano scritto preghiere di alta spiritualità come Al-Hallaj (+922):

‘Sia fatta la Tua volontà. O mio Signore e Maestro, sia fatta la Tua volontà, o mio proposito, mia aspirazione!’

o di Rabi-a ‘Dio mio, la mia sola occupazione e tutto ciò che desidero in questo mondo di tutte le cose create è ricordarmi di Te, e nel mondo a venire, di tutte le cose del mondo a venire, solo aspiro a incontrarTi, così è per me, ma Tu fa’ secondo la Tua volontà’.

Molte altre preghiere di abbandono nascono nello stesso periodo, soprattutto nella spiritualità francese.

Quella più vicina alla preghiera di Fratel Charles nasce dal cuore innamorato della piccola Teresa di Lisieux, che viene messa alla fine del testo.

Ma anche Leopoldina Naudet (+1834) che fonda a Verona le Sorelle della Sacra Famiglia, con uno stretto legame con la spiritualità di Nazaret scrive : ‘O mio Signore … a Voi abbandono ogni cosa. Voi potete, sapete e volete e tanto mi basta per essere certa che farete. Datemi il vostro santo amore, zelo per la vostra gloria, aumentate sempre più in me la fiducia e la confidenza in Voi’.

Per Fratel Charles il gesto e la preghiera indicano l’accettazione totale e assoluta della volontà del Padre in unione perfetta con il Beneamato e con tutto il creato, martire in Cristo e con Cristo per Amore.

Una preghiera questa non facile a dirsi, perché mette a nudo la nostra debolezza e la nostra incostanza, ma che si offre a tutti coloro che hanno il coraggio di pronunciarla come la piccola luce che illumina la via della fede nell’oscurità del nostro cuore, per una testimonianza-martirio quotidiano, un sì detto con umiltà ma con la stessa forza di chi ci ha preceduto e ha dato, mosso dallo Spirito Santo, tutto se stesso per il Regno  del Padre nel Figlio crocifisso e risorto.

 

Don Mario Aldighieri

Fraternità sacerdotale Jesus Caritas

Diario Regionale Italiano

Luglio 2013-08-20

 

Annunci

2 thoughts on “La Preghiera di Abbandono

God bless you !

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...